Barcellona | infoViaggio | viaggiare ai tempi di internet

Barcellona : shopping

BailadoraIn una città dove molte delle vecchie arti tradizionali sono ancora praticate e la parola artigianale predomina nelle descrizioni, la tentazione di comprare ti “aspetta” dietro l’angolo.

Un pullover di Ribera? Una selezione di prosciutto iberico affumicato o di vini e formaggi catalani? Una stampa casual di Custo?

O le altre creazioni di designer e stilisti catalani, magari non così famosi come quelli italiani o francesi, ma espressione dello stile e del dinamismo che hanno reso Barcellona una città veramente internazionale. E veramente diversa da tutte le altre.

continua…

Barcellona : dove dormire

Penelope Cruz

Offerte per tutte le tasche e qualche piacevole novità nel panorama alberghiero della capitale della Catalogna. 

Perchè anche i più eroici nottambuli presto o tardi crollano e devono tornare alla base, per ricaricarsi.

Come di consueto una lista ragionata di possibili sistemazioni in centro a Barcelona   continua…

Barcellona : al ristorante

totò La nostra lingua è amata in tutto il mondo ed è considerata, musicale, bella e affascinante. Se non chè la parliamo solo noi.

Gli italiani non sono mai stati a loro agio con le lingue, e così all’estero ci dobbiamo inventare, di volta in volta un modo di comunicare: si fa ricorso al latino, si usano le mani etc.

In Spagna è tradizione aggiungere le esse alle parole.

Più o meno funziona, tranne che al ristorante dove i termini usati possono essere molto diversi e se non ci sono le foto nel menù…

Ma stavolta c’è una soluzione!
Ecco un prezioso bignami della ristorazione che ti permetterà di cavartela brillantemente – ordinare primo secondo e caffè – senza alcuna esitazione o imbarazzo.

Poi se non ti ricordi qualche parola, sai già cosa fare…

continua…

Barcellona : dove mangiare

paella

Come nel resto della Spagna, si mangia più tardi rispetto agli orari italiani. Di solito si pranza fra le 14.00 e le 16.00 e si cena a partire dalle 21.30.

Questo non significa che se avete fame non trovate aperto. Semplicemtente che prima di questi orari nei ristoranti della città troverete solo turisti.

Ci sono centinaia di ristoranti aperti ad ogni ora del giorno e della notte e paragonati ai ristoranti italiani i prezzi non sono eccessivi.

Tutti i ristoranti sono obbligati per legge ad avere un menù a costo fisso che di solito consiste in un antipasto, un primo piatto, desset, pane e acqua o sangria. 

Ma se sei un buongustaio sappi che Barcellona è una delle città al mondo con la maggiore concentrazione di stelle Michelin. C’è da divertirsi..

continua…

Barcellona : Bar & Tapas

tapas Cosa sono le tapas?
Sono degli stuzzichini che in Spagna imbadiscono i banconi di quasi tutti i bar. Chiamati anche pinchos o banderillas, sono nate per accompagnare un bicchiere di vino o di birra.

E andare da un bar all’altro per bere e “stuzzicare” è diventata una piacevole abitudine in tutta la Spagna…
Tutto è cominciato con una fetta di pane messa a coperchio sul bicchiere per proteggerlo da insetti e mosche…
continua…

Barcellona : vita notturna

fireworksAlcuni dicono che la sera migliore è la Notte di Sant Joan (23 -24 Giugno); altri preferiscono il festival estivo Grec nei mesi di Luglio e Agosto, o la Festes de la Mercè l’ultima settimana di Settembre.

Vanno bene tutte, l’importante è conoscere la parola d’ordine:

VIETATO ANDARE A DORMIRE
continua…

Barcellona : cosa vedere

Mirò - la cantante

Inizia oggi una serie a puntate sulla mitica capitale della Catalogna. Ogni lunedì i consigli del Regista sul meglio da fare, vedere, mangiare, dormire e comprare nelle più belle città  del mondo.

E iniziamo con le informazioni classiche, quelle che non passano mai di moda.
Questa settimana: le visite da non perdere…
continua…