infoViaggio|viaggiare ai tempi di internet

Koh Chang

koh chang islandA 310 Km da Bangkok, Koh Chang (Ko Chang), o Isola degli elefanti, fa parte del Mu Ko Chang National Park, che comprende 52 isole, delle quali è la più grande. Con i suoi 429 kmq è, dopo Phuket, l’isola più grande della Thailandia. È ricca di verde, natura selvaggia e di flora e fauna marine, le sue spiagge più belle si trovano lungo il versante occidentale, mentre percorrendola da nord a sud si trovano, in genere, spiagge più remote, meno affollate e meno costose. All’estremità meridionale vi è la Diamond Sand, al centro Hat Khlong Phrao e Hat Kai Bae. Più a sud si incontra una zona animata da saccopelisti presso Lonely Beach, oppure Hat Tha Nam, dove è possibile soggiornare in casette sugli alberi.

kohchang-island-3

Il turismo nell’isola è cresciuto negli ultimi anni grazie alle sue straordinarie bellezze naturali, alla creazione e al consolidamento delle infrastrutture presenti. Più del 70% della zona montagnosa ancora coperta da foresta vergine, numerose spiagge appartate e le classiche caratteristiche di un’isola tropicale, sabbia bianca, palme, mare azzurro e caldo, fanno di Ko Chang un luogo di fuga e relax dai problemi della terraferma. Oltre al nuoto e al sole, l’isola offre emozionanti avventure nell’entroterra e trekking nella foresta vergine, inoltre, la possibilità di cavalcare enormi elefanti nella giungla secolare, abitata da cinghiali, manguste giavanesi, piccoli daini e da oltre 60 specie diverse di uccelli.

 Koh Chang Map

>> Clicca per ingrandire la mappa >>

Cosa vedere a Ko Chang?

 
Ban Salak Phet e Ban Rong Than – Sono due villaggi di pescatori situati a sud-ovest di Ko Chang. Il remoto Salak Phet ha fatto per lungo tempo da riparo alle barche durante le tempeste. Oggi il villaggio è famoso per l’abbondanza di pesce fresco e per le comode sistemazioni presso le famiglie del posto, dove i turisti possono condividere al meglio le tradizioni locali. È, inoltre, possibile affittare barche a buon prezzo per esplorare l’arcipelago e fare snorkelling.

Affascinante località nel sud dell’isola, non lontano da Ao Salak Phet, Hat Sai Yao offre un’estesa spiaggia sabbiosa, ideale per nuotare. Vi è, inoltre, un punto panoramico che si affaccia su Ko Chang Naval Battle, sulle altre isole, quali Ko Laoya e Ko Wai, e sul villaggio di pescatori Ao Salak Phet.

Namtok Khiri Phet – Attraversando la piantagione di gomma, a 3 km dalla comunità di Salak Phet, si incontra questa cascata singola, cuore di un verde scenario costituito da orchidee selvatiche ed erbe thailandesi.

Namtok Khlong Phlu – A circa 3 km da Ao Kwong Phrao e dopo circa 500 m attraverso la foresta, si accede a questa cascata multipla. Il punto panoramico più bello si trova sulla cima, dove si apre una grande piscina naturale dove è possibile fare un tuffo e rinfrescarsi.

Namtok Khlong Nonsi – A nord di Ko Chang, attraversando prima Ban Dan Mai, le piantagioni di gomma e di orchidee si raggiunge questa piccola cascata cristallina. Si consiglia di non accedervi durante la stagione calda, quando si prosciuga.

Namtok Than Mayom – Di tutte quelle dell’isola, le tre cascate di Than Mayom sono tra le più spettacolari e fotogeniche.

Hat Sai Khao – Situata all’estremità nord-occidentale dell’isola, Haad Sai Khao o White Sand Beach è la spiaggia principale dell’isola. In quest’area ci sono hotel e resort per ogni budget, numerosi ristoranti, negozi, banche e servizi. Si tratta di un’ampia spiaggia con sabbia bianca e fine, molto sicura per nuotare e ideale per rilassarsi. Vanta un’incredibile offerta di alloggi per ogni esigenza, comodi e lussuosi, per godersi le belle spiagge orlate da palme e le acque tranquille.

kohchang island

Hat Khlong Phrao e Laem Chaiyachet – È una spiaggia estesa collegata con Hat Kai Bae a Hat Sai Khao, dotata di bungalow e resort. Offre numerose possibilità per nuotare e prendere il sole. La zona a nord di Ao Khlong Phrao è collegata ad Ao Chaiyachet e Laem Chaiyachet, un promontorio roccioso che l si estende fino al mare, mentre Laem Chaiyachet è un luogo romantico per vedere il tramonto, sebbene occorra nuotarvi con cautela.

Hat Kai Bae – Collegato a Hat Khlong Phrao, offre una spiaggia in pendenza sicura per nuotare. Si segnala la presenza di vari bungalow economici accanto a complessi più cari.

Ao Bai Lan – A circa 1 km da Hat Kai Bae, percorrendo la strada ciclabile ai piedi delle scogliere e delle montagne, si raggiunge questa baia che offre uno scenario fantastico. Ao Bain Lan è un luogo ideale per trovare pace e tranquillità, adatto anche a chi cerca una sistemazione modesta.

Hat Tha Man (Lonely Beach) – Situata lungo la costa sud-occidentale, Had Thanam è la seconda spiaggia dell’isola. Negli ultimi anni il nome di questa spiaggia, “solitaria’; è diventato un termine improprio. Oggi, infatti, è piena di giovani turisti in cerca di divertimenti e strani alloggi come le capanne sugli alberi. Solo durante la stagione delle piogge, da maggio a ottobre, è più deserta.

Bang Bao Fishing Village – Si tratta di un villaggio suggestivo, costituito da palafitte di legno affacciate sul mare e collegate da passerelle. Lo stile di vita dei pescatori e il gustoso pesce sono le principali attrazioni per i turisti. Oggi ci si può immergere totalmente nella cultura locale prenotando una sistemazione in famiglia. Un’altra opportunità interessante è noleggiare una nave per visitare l’intero arcipelago.

kohchang-island-2

Naval Battleground è situato nel sud dell’isola, vicino ad Ao Salak Phet. Il 17 gennaio 1941, vi fu combattuta una battaglia tra navi thailandesi e francesi in seguito a una disputa di confini. Ancora oggi sono avvistabili diverse boe lasciate a mostrare la posizione delle navi affondate dell’esercito thailandese. Ogni anno, durante la festa di commemorazione della vittoria thailandese, rappresentanze del governo portano ghirlande galleggianti sul mare in onore degli uomini che morirono durante la battaglia.

Ko Mak (Koh Muk)

Ko Mak ha una superficie di 16 km² ed è situata 35 km. a sud-est di Koh Chang, raggiungibile da quest’ultima in circa 45 minuti di motoscafo. L’isola offre alcune strutture turistiche ideali per chi è alla ricerca di belle spiaggie e tranquillità

Ko Kood (Ko Kut)Ko Kood, situata 15 km da Koh Mak e 45 km. a sud-est di Koh Chang, è l’isola più orientale della Thailandia (circa 50 km. dalla costa Cambogiana). Koh Kood, più grande di Koh Mak, offre numerosi bungalows e ristoranti; una destinazione all’insegna del relax, lontana dai maggiori centri turistici.

Cosa fare a Koh Chang?

Molti bungalow attorno Hat Sai Khao e Hat Kai Bae noleggiano kayak, tavole da surf e mountain bike. Un’altra affascinante alternativa è prenotare un’escursione giornaliera o un pernottamento sulle isole vicine. Tra gli sport acquatici, lo snorkelling e il diving sono i più praticati. La zona più famosa per il diving si trova all’estremità meridionale. Al largo di questa costa e fino a Ko Kut, vi sono i punti di maggior interesse, ricchi di coralli e con una nave da guerra thailandese affondata dai francesi durante la battaglia del 1941.

I negozi che possono fornire assistenza e i vari corsi PADI sono in aumento. Per ottenere il brevetto sono necessari dai tre ai quattro giorni per un costo di circa 10.000 baht. Se si preferisce risparmiare tempo e soldi si può fare l’escursione snorkelling di un’intera giornata a Ko Rang (rinomata per i fondali bassi e per la varietà di pesci) che costa dai 400 ai 600 baht. Molti operatori sulle spiagge più famose, Hat Sai Khao, Hat Kai Bae, Hat Khlong Phrao e Ban Bang Bao, offrono numerosi corsi ed escursioni giornaliere, noleggio e vendita delle attrezzature. La vita notturna non è tanto animata come nelle più celebri Ko Samui e Phuket, ma negli ultimi anni sta crescendo, specialmente attorno alle spiagge più famose, mentre i più giovani preferiscono le feste di Lonely Beach o Hat Tha Nam. Per la musica live si consiglia Oodie’s PIace a Hat Sai Khao.

kohchang-island-4

Come raggiungere Koh Chang?

Ci vogliono 20 minuti di taxi dalla stazione degli autobus di Trat fino a Laem Ngop. La corsa costa 20 baht se collettiva, 120 baht se singola. La distanza dall’aeroporto è analoga così come il prezzo. Durante la stagione secca, da novembre ad aprile, i traghetti partono giornalmente dal molo principale di Laem Ngop, dalle 8 alle 17. Nella stagione delle piogge, invece, ce ne sono ogni due ore. Il biglietto per Ko Chang costa circa 50-60 baht. Più avanti lungo la costa vi sono tre compagnie che effettuano trasporto auto, con servizio ogni ora durante l’alta stagione. Una volta che si è sull’isola ci si può muovere in taxi collettivi tra le principali spiagge. I prezzi variano da 30 baht per Hat Sai Khao, a 70 per Hat Tha Nam o Lonely Beach.

Clima – Quando andare a Koh Chang?

Koh Chang gode di un clima tropicale, caldo umido tutto l’anno. Ci sono sostanzialmente tre stagioni climatiche: la stagione calda, da Marzo a Maggio, periodo in cui si registrano temperature fino a 33-34°;

la stagione delle piogge da Giugno ad Ottobre (caratterizzata da fenomeni temporaleschi anche molto intensi ma generalmente di breve durata) e la stagione fresca, da Novembre a Febbraio, con temperature minime nell’ordine dei 22-23°.

Il periodo migliore per visitare Ko Chang è compreso da Dicembre alla fine di Maggio.

Fonte: Ente Nazionale per il Turismo Thailandese